Nepal e Bhutan, catene himalayane e templi buddisti

domenica, 29 ottobre 2017 - giovedì, 09 novembre 2017
Il Buthan è un piccolo Stato incuneato tra le catene himalayane, un milione di abitanti stretto fra India e Cina, in un territorio grande poco più della Svizzera. Potrebbe essere sconosciuto a molti, perché a aperto le frontiere al resto del mondo solo una quarantina di anni fa, quando il suo re volle avviarne la modernizzazione favorendo un progresso economico coerente con i valori del buddismo locale. Si parlò allora, e si continua a parlare, del coefficiente di Felicità Interna Lorda, perché il nuovo re, un giovane trentenne, continua ad utilizzare il parametro inventato dal padre per controllare che il progresso economico e la modernizzazione avvengano in accordo con i valori morali della religione locale. La via più breve per raggiungere il Bhutan è con un volo su Kathmandu, nel Nepal.

PROGRAMMA

Domenica 29 ottobre 2017 Ticino - Muscat

Partenza dal Ticino secondo le vostre iscrizioni. Raggiungiamo Milano Malpensa dove ci imbarchiamo sul volo Oman Air per Muscat. Cena e pernottamento a bordo.


Lunedì 30 ottobre 2017 Muscat - Kathmandu

Arrivo a Muscat al mattino presto. Proseguimento per Kathmandu dove atterriamo nel primo pomeriggio. Trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere. Tempo libero per pranzo. Nei pressi dell’hotel sorge lo stupa di Boudanath, uno dei più grandi monumenti buddhisti del mondo e oggi centro di aggregazione per i numerosi esuli tibetani. Breve visita. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.


Martedì 31 ottobre 2017 Kathmandu

Mattina dedicata alla visita della città. Kathmandu, capitale del Nepal, sorge nell'omonima valle ed è lambita dai fiumi Bagmati e Vishnumati. Fondata nell’VIII sec., raggiunse il massimo splendore con la dinastia Malla, che fra il XII e il XVIII sec. la ornò di monumenti hindu e buddhisti. Piazze scenografiche e vicoli suggestivi sono fiancheggiati da innumerevoli palazzi e templi che conservano l’antico fascino. Visita allo stupa di Swayambunath, uno dei più antichi complessi buddhisti del Nepal risalente al V sec. d.C. che svetta sulla collina. Attorno allo stupa, il monumento più importante dell’architettura buddhista che funge da gigantesco “reliquiario”, sono sorte nel corso dei secoli numerose costruzioni, facendo di Svayambhunath uno dei maggiori centri di pellegrinaggio dell’Himalaya. Nel pomeriggio si visiterà Patan, patrimonio dell’umanità secondo l’Unesco e probabilmente la più antica città della Valle. La fiabesca sfilata di costruzioni – sacrari hindu e buddhisti, palazzi, dimore nobiliari - dai tetti elegantemente sovrapposti, rammenta gli splendori del passato e riporta indietro l’orologio nel tempo. Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento in hotel.


Mercoledì 1° novembre 2017 Kathmandu

Si visiterà il grande luogo di pellegrinaggio indù di Pashupatinath, con il suo tempio dedicato a Shiva (in cui l’ingresso è vietato ai non indù), che è considerato uno tra i 12 più sacri templi shivaiti del mondo. Vicino al tempio scorre il fiume Bagmati, verso cui scendono i ghat in cui si svolgono le cremazioni. La suggestione del luogo è tale che localmente Pashupatinath è conosciuto come “Piccola Varanasi”. Pranzo in ristorante. Rientro in hotel e tempo libero . Cena e pernottamento in hotel.


Giovedì 2 novembre 2017 Kathmandu - Paro (Bhutan) - Thimpu

Trasferimento in aeroporto per la partenza del volo Druk Air per Paro. Arrivo e proseguimento in auto per Thimpu. Sosta lungo il percorso al Tamchhog Lhakhang con il caratteristico ponte sospeso. Sistemazione in hotel. Pranzo in ristorante. Thimpu, la capitale del Bhutan situata a 2.320 metri, è sede del governo e importante centro religioso e commerciale. La sua particolare architettura è un’interessante combinazione tra tradizione e modernità. Nel pomeriggio visita al National Memorial Chorten, una versione moderna del chorten ideata dal terzo re del Bhutan, H.M.Jigme Dorji Wangchuck, e realizzata solo alla sua morte nel 1974. Voluto per propiziare la pace e la prosperità nel mondo, il chorten ospita una complessa rappresentazione delle divinità bhutanesi e del simbolismo ad esse legato. Cena e pernottamento in hotel.


Venerdì 3 novembre 2017 Thimpu

Giornata dedicata alla visita in città: Si visiterà il piccolo Folk Heritage Museum e la scuola di pittura Zorig Chusum. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita al vicino monastero Pangri Zampa, del VI° sec.,. Visita all’imponente Trashi Chhoe Dzong la fortezza-monastero eretta nel 1641 e ricostruita più volte. E’ un primo approccio a questo tipo di architettura che costella le alture del Bhutan e che assolve funzioni religiose e politiche, essendo sede monastica e amministrativa al tempo stesso. Cena e pernottamento in hotel.


Sabato 4 novembre 2017 Thimpu - Punakha

Partenza per Punakha, attraverso il passo Dochu La (3140 m). Si raggiunge una valle che offre alla vista piccole risaie, villaggi e foreste semi-tropicali. Arrivo a Punakha (1250 m), piccolo ma importantissimo luogo nella storia bhutanese. Capitale del Bhutan fino al 1955, ancora oggi continua a essere la dimora invernale del Je Khenpo, la suprema autorità spirituale del Paese. La cittadina gode di un clima temperato e si trova al centro della valle più fertile del Bhutan. Visita allo Dzong di Punakha, costruito nel 1637 dallo Shabdrung Ngawang Namgyal in posizione strategica alla confluenza dei fiumi Pho Chu e Mo Chu come centro religioso e amministrativo della regione. Visita quindi al Chimi Lakhang, dedicato alla fertilità. Pranzo in ristorante. Cena e pernottamento in hotel.


Domenica 5 novembre 2017 Punakha - Paro

Partenza da Punakha per Paro con un’ ultima sosta al Dochu La ed uno sguardo sulle catene montuose buthanesi. Lungo il percorso sosta per la visita allo dzong di Shimtoka, costruito nel 1627 dallo Shadrung, si erge su una cresta rocciosa e ospita l’Istituto di Studi Linguistici e Culturali; custodisce bei dipinti. Interessante la decorazione a bassorilievi d’ardesia della torre centrale. Puntata al mercato domenicale di Thimpu Arrivo a Paro e sistemazione in hotel. Si visiterà poi il Ta Dzong che ospita il Museo Nazionale, situato nella Torre di guardia dominante la valle. Ha una ricca collezione di oggetti sacri, dipinti, oltre a costumi cerimoniali ed utensili della vita quotidiana: un colpo d’occhio sulla ricchezza della tradizione bhutanese. Con una breve passeggiata si raggiungerà il Rinpung Dzong, oggi ricostruito dopo l’incendio di inizio secolo, sede amministrativa della provincia e di una comunità di 200 monaci. Cena e pernottamento in hotel.


Lunedì 6 novembre 2017 Paro

E’ prevista la visita al remoto monastero di Taktsang. Con un trekking (leggero) attraverso foreste di pini e villaggi si può raggiungere il belvedere del monastero da cui si gode uno splendido panorama della valle di Paro. Il Monastero è tra i più venerati e meta di pellegrinaggi; si dice che fu raggiunto a cavallo di una tigre da Guru Rimpoche che sostò qui in meditazione. Pranzo alla caffetteria. Rientro in città con sosta per la visita del Dungtse Lhakhang, in realtà un antico chorten, ed del Kyichu Lhakhang, uno dei monasteri più antichi del paese. Cena e pernottamento in hotel.


Martedì 7 novembre 2017 Paro

Partenza presto per raggiungere la valle di Haa attraverso il Cheli-La . La strada si snoda tra fitte foreste di conifere e macchie di rododendri e una volta giunti al Passo (4.200 metri), con una breve passeggiata si può raggiungere un punto panoramico per affacciarsi sulla chiostra dei monti dominati dal Jhomolhari e dal Jichu Drakey. Proseguendo, si sosterà per la colazione a picnic e quindi per la visita del famoso monastero Lhakhang Karpo, il “Tempio bianco”, e del Lhakhang Nagpo, il “Tempio nero”, entrambi legati a grandi personaggi del buddhismo tibetano e bhutanese. Rientro a Paro. Cena e pernottamento in hotel.


Mercoledì 8 novembre 2017 Paro - Kathmandu

Trasferimento in aeroporto e volo Druk Air per Kathmandu. Arrivo e sistemazione in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio visita di Bhaktapur. Bhaktapur (o Bhadgaon) è la “città dei devoti” considerata dall’Unesco patrimonio dell’umanità e capitale del regno dei Malla a partire dal XII sec.. Importante centro carovaniero, godette di grandi ricchezze che permisero la costruzione di sontuosi palazzi. Fra tutti spicca il Palazzo delle 55 finestre, costruito nel XV sec. e rimaneggiato nel XVII. I templi hanno la caratteristica struttura a pagoda e i più noti sono quello di Pashupati, quello di Vatsala e il Nyatapola, dedicato a Siddhilakshmi, uno degli aspetti della Grande Dea. Il centro storico di Bhaktapur è stato in parte restaurato alla fine del XX secolo grazie a un progetto tedesco di cooperazione. Cena e pernottamento in hotel.


Giovedì 9 novembre 2017 Kathmandu – Muscat - Milano

In tempo utile trasferimento in aeroporto e partenza con volo Oman Air, con scalo a Muscat. Arriviamo a Malpensa in serata. Rientro in Ticino.


PREZZO p.p. in camera doppia Fr. 6'370.00

Supplemento camera singola Fr. 730.00


Il prezzo comprende

· la trasferta Ticino – Malpensa – Ticino con Bus Gran Turismo 4****

· l’assistenza professionale all’aeroporto di Milano Malpensa

· i voli internazionali Oman Air in classe economy (franchigia bagaglio 30 kg p.p.)

· i voli interni Druk Air in classe Economy (franchigia bagaglio 30 kg p.p.)

· la sistemazione in hotel 4*

· il trattamento di pensione completa (pranzo pic nic del 10° giorno)

· tour privato con minivan (16-18 persone per van), autista e guida locale parlante italiano

· l’assistenza in loco

· le mance a autisti guide e i facchinaggi

· l’assistenza Redline durante tutto il viaggio

· le spese per il visto d’ingresso in Buthan (da fare prima del viaggio, informazioni seguiranno)


Il prezzo non comprende

· il pranzo del 2° giorno

· le bevande

· le spese per il visto d’ingresso doppio in Nepal da pagare in loco (ca. USD 25 p.p.)

· quanto non espressamente indicato alla voce “il prezzo comprende”

· l’assicurazione annullamento viaggi che è obbligatoria


Documenti necessari

· Passaporto valido almeno 6 mesi dalla data del rientro

· Una fototessera da portare con se per visto d’ingresso Nepal