Marchetti Redline SA -  Strada di Valle 6, 6780 Airolo
+41 (0)91 873 30 30
Tutti i Viaggi > Malta - Tesori sconosciuti
Malta - Tesori sconosciuti
a partire da fine luglio
In viaggio a Malta alla scoperta di un paradiso archeologico e storico-artistico: dai santuari megalitici alle catacombe cristiane, dalle cattedrali barocche alle architetture militari dei Cavalieri di San Giovanni.
Il Programma

In collaborazione con Lombard Gate Srl Tour Operator

Tour pensati per piccoli nuclei famigliari o di amici, o minigruppi di viaggiatori con in primis l'attenzione posata sulla loro sicurezza, proposti a date fisse o su richiesta a partire dalla fine di luglio, con i migliori accompagnatori LOMBARD GATE da 10 partecipanti in poi. 

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI ! 

PROGRAMMA
1° g. (Milano)/Malta  

Partenza da Milano con volo Air Malta e arrivo intorno alle 13.00. Trasferimento privato in hotel situato a La Valletta, e check-in. Nel pomeriggio breve giro libero orientativo della capitale, La Valletta. Visita alla Cattedrale di S.Giovanni, la chiesa conventuale dei Cavalieri, ricca di sculture e dipinti. Tra le meraviglie qui conservate si possono ammirare la “Decapitazione di San Giovanni Battista” e il “San Girolamo”, opere realizzate da Caravaggio durante il suo soggiorno a Malta. Rientro in hotel. Cena e pernottamento. 

2° g. Malta 
Prima colazione in albergo. In mattinata si consiglia una visita libera del Museo Nazionale Archeologico della Valletta. Vi sono esposti vari reperti interessanti portati alla luce a Hagar Qim, in particolare un altare a colonna decorato, due mense da altare ed alcune statuette. Pranzo libero. Nel pomeriggio incontro con la guida nella lobby dell’hotel alle h. 14 ed escursione a sud di Malta per una visita del complesso dei templi di Hagar Qim, il sito preistorico principale di Malta. Questi templi, scavati per la prima volta nell’anno 1839 e costituiti da una struttura principale a quattro o cinque absidi, si ergono sulla cima di una collina, dalla quale si può godere un panorama del Mediterraneo e dell’isoletta di Filfla. Lasciando Hagar Qim si prosegue per le rovine di un altro gruppo di templi, quelli di Mnajdra, situati su un scogliera, a poche centinaia di metri dal tempio principale. Il complesso è costituito da due ampi templi che si pensa siano stati costruiti intorno al 3400 a.C. La costruzione mostra la grande abilità dei suoi creatori e indica un’intricata conoscenza di tecniche e maestria. L’assenza di oggetti di metallo è la prova della sua origine neolitica. Rientro in hotel. Cena e pernottamento. 

3° g. Malta 
Dopo la prima colazione incontro alle h. 08.15 nella lobby dell’hotel con la guida e partenza per la visita all’ipogeo di Hal Saflieni (ingresso su prenotazione) L’Ipogeo è Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco: è un complesso labirintico di camere sotterranee scavate nell a roccia che si estendono per circa 11 metri sotto terra. Sembra essere stato utilizzato sia come luogo di sepoltura che come tempio. E’ costituito da tre livelli sovrapposti. Il livello superiore somiglia ad altre tombe scavate nella roccia scoperte in altre aree dell’ isola. Il secondo livello, scavato durante il periodo di tempio (3800 – 2500 a.C.), è costituito da numerose camere dove sono state rinvenute statuette, amuleti e vasi. La statuetta più famosa è quella della cosiddetta Donna Addormentata, una figura reclinata, intesa forse come una rappresentazione del sonno eterno: si trova al Museo Nazionale di Archeologia. Proseguimento con i templi megalitici di Tarxien, risalenti al 3600-2500 a.C.. Sono costituiti da quattro strutture e rappresentano il sito più complesso a Malta; sono famosi per i dettagli dei loro intagli, che includono animali domestici scolpiti in rilievo, altari e paraventi decorati con motivi a spirale e altri disegni. Di particolare importanza è la camera ricavata nello spessore della parete tra i due templi, quello a sud e quello centrale, con il famoso rilievo raffigurante due tori e una scrofa. Tarxien è di grande interesse anche perché permette di farsi un'idea di come avveniva la costruzione dei templi: all'esterno si trovano abbandonate alcune pietre cilindriche che probabilmente servivano per il trasporto dei megaliti. Nel pomeriggio continuazione della visita con guida al sito neolitico di Ghar Dalam. E’ un luogo estremamente importante in quanto vi sono state scoperte le tracce del più antico insediamento umano di Malta, risalente a 7400 anni fa circa. L'area consta di due parti: la grotta e l’annesso Museo Paleontologico, che ospita una notevole quantità di reperti, da ossi di animali a manufatti umani. La grotta sotterranea fu scavata da un fiume che scorreva su un sentiero formando angoli retti. E' profonda circa 144 metri, ma solo i primi 50 sono aperti al pubblico. Gli strati più bassi, che risalgono a più di 500.000 anni fa, contenevano fossili di ossi di elefante nano e di ippopotamo, di micro-mammiferi e di uccelli. Al di sopra del successivo strato di ciottoli si trova il cosiddetto strato "dei cervi", risalente a circa 18000 anni fa. Lo strato superiore risale a meno di 10000 anni fa e contiene le testimonianze della presenza sull'Isola dei primi uomini. Proseguimento con il sito fenicio-punico di Tas Silg, scavato da una missione italo-maltese. Sosta al villaggio di pescatori di Marsaxlokk. Rientro in albergo. Cena e pernottamento. 

4° g. Malta  
Prima colazione in albergo. Pick up dall’hotel alle ore 08.15 ed escursione a Gozo, la vicina isola dell’arcipelago maltese (la traversata dura circa 20 minuti). La visita inizia dai templi megalitici di Ggantija, risalenti al 3600-3000 a.C., Il tempio, è il più imponente dei templi maltesi: il complesso appartiene al periodo neolitico, ed è Patrimonio dell'Umanità dell’Unesco. La costruzione consiste in due sistemi separati di cortili non connessi tra loro. Di fronte al complesso si trova un'ampia terrazza che poggia su un muro di contenimento. La facciata è una della più antiche e maestose del mondo antico e consiste in grandi lastre di calcare corallino poste di fronte e di taglio che si innalzano per otto metri. In base alla ricostruzioni la facciata poteva arrivare fino a sedici metri di altezza e ai lati dell'accesso le mura risultavano concave. Si tratta di due templi racchiusi entrambi all'interno di muro perimetrale megalitico. Si raggiunge poi la capitale Victoria, situata al centro dell’isola, e visita del Museo Archeologico, che conserva reperti che vanno dall’era preistorica, punica e romana a quella arabo-bizantina fino alle tombe medioevali. Nel pomeriggio proseguimento per la zona naturalistica della parte nord-occidentale, dove si potranno ammirare alcune caratteristiche formazioni come il Fungus Rock, che prende il nome da un fungo particolarmente noto per le sue proprietà medicinali. Quindi per Dweijra Bay, dove si trova l’enorme arco di 50 metri che si protende nel mare chiamato “Finestra Azzurra”. La Finestra Azzurra, una tavola di roccia sospesa sul mare, è una delle viste più fotografate delle isole ed è particolarmente affascinante quando le onde si infrangono all'interno dell'arco roccioso. Rientro a Malta e da qui in albergo. Cena e pernottamento. 

5° g. Malta  
Prima colazione in albergo. Mattinata libera. Pick up dall’hotel nel primo pomeriggio ed escursione che porterà alla parte centrale di Malta, dominata dalla cittadella antica di Mdina. Passeggiata per i vicoli della “ citta silenziosa “ e impareggiabile vista dell’isola dai suoi bastioni. Si procede per Rabat. Breve giro città e visita del Museo Archeologico e della Villa Romana, caratterizzata da lastricati in mosaico che costituiscono un eccellente esempio di cultura pittorica ellenistica, elaborati con una tecnica estremamente raffinata e risalenti al I secolo a.C. Ospita anche una mostra di manufatti, a testimonianza della ricca cultura materiale e della fiorente civiltà di Roma nell’isola di Malta. Visita alle catacombe paleocristiane. Cena e pernottamento in albergo. 

6° g. Malta/(Milano)  
Prima colazione in hotel e check out. Trasferimento in aeroporto per la partenza del volo Air Malta di rientro in Italia. 


Info/Prenotazioni